LA PULIZIA DEL TAPPETO

pulizia tappeti

Mantenete il tappeto sempre accuratamente pulito, in quanto lo sporco assottiglia e logora il tessuto. Per conservare il tappeto in modo ottimale pulitelo giornalmente con una scopa molto morbida, preferibilmente in saggina e ogni settimana, utilizzando un aspirapolvere non troppo potente, facendo attenzione a non rovinare le frange, passate l’apparecchio anche sulla parte inferiore. Evitare l’uso di battipanni, specialmente elettrici; ove fosse indispensabile l’uso di tale dispositivo, occorre avere l’accortezza di battere il tappeto solo sul rovescio.


Aspirapolvere: Si ma proprio quando non si può fare a meno, e attenzione alle frange, sempre in senso del pelo. L'aspirapolvere non deve essere troppo potente, deve avere la spazzola morbida e le ruote per poter sollevare la spazzola quando si muove contro pelo. Prima è meglio passare l'aspirapolvere sul rovescio. Ideale sarebbe passare ogni giorno con una scopa di saggina, che funziona come un pettine nei capelli, e una volta alla settimana usare l'aspirapolvere. Osservate la foto dopo aver aspirato sul rovescio.


Macchine pulitrici, battitappeto e vaporella: NO! Queste sono delle macchine progettate per pulire dei tappeti fatti a macchina o la moquette non per tessuti e annodati a mano. Il vapore ha la temperatura oltre cento gradi, cosa succederebbe alle vostre maglie di lana se vengono lavate a cento gradi? Saranno ridotte ad una palla di lana! Le alte temperature uccidono per sempre la lana.


Ammoniaca, detersivi alcalini: Ogni prodotto chimico interferisce con l’equilibrio naturale dei grassi e altri elementi organici della lana, quindi compromette la lunga vita del tappeto in un buon stato di salute. I danni provocati dall'ammoniaca si manifestano dopo molti anni con lo sbiadire dei colori in modo non omogeneo.


Il tappeto si pulisce, si lucida, in assenza di polvere con acqua ed aceto bianco, oppure con acqua e bicarbonato di sodio (si trovano in tutte cucine) altrimenti con il sapone non alcalino, naturale.


Battitura: Il vecchio battipanni tradizionale sarà l’attrezzo giusto per togliere la polvere dai tappeti. Non è

Proprio necessario sudarsi sette camicie per avere la certezza che il tappeto sia pulito. Bisogna usare le tecniche giuste. I tappeti anche grandi e molto pesanti vanno stesi con il pelo all'ingiù su un pavimento asciutto.


Molte volte si può girarli, tenendo il tappeto nello stesso posto che si trova sempre. Tenendo il tappeto da un angolo, sollevando una parte si batte delicatamente. I tappeti antichi e quelli di seta non devono assolutamente subire questo trattamento, il buon senso suggerisce di affidarli alle cure degli esperti.


Leggi anche come lavare il tappeto e i consigli di manutenzione per i tuoi tappeti