Tappeti afgani



L'Afghanistan situato nell'Asia meridionale, in un area confinante con Cina, Pakistan, Uzbekistan, Tadzjikistan e Turkmenistan, è una zona se pur per la maggior parte montuosa, molto fertile, gran parte della popolazione si è da sempre dedicata alla pastorizia, da li la grande disponibilità di materia prima a basso costo per la fabbricazione dei tappeti, infatti, utilizzavano la lana delle loro pecore o i peli di cammello.


Moschea islamica Afghanistan

Pastorizia, lana e peli di cammello



In Afghanistan la realizzazione di tappeti, ha origini antiche, e si tramanda da generazione a generazione. A quest'antica arte manifatturiera partecipano sia uomini che donne. L'antica tecnica di realizzazione dei tappeti consisteva nel stare seduti a terra, con il manufatto sulle ginocchia, il tutto rigorosamente senza telaio e con l'utilizzo di aghi di ferro o di legno, veniva tessuto e decorato il tappeto. Il risultato è un tappeto molto soffice, caratterizzato da colori brillanti, in particolare un rosso cupo o mattone.

Le tinture che venivano utilizzate erano quelle naturali che si trovavano nei villaggi e nelle città, prodotte da radici, dal solfato di rame e dal solfato ferroso.


 

Donne afghane che producono i pigmenti naturale per colorare la lana

 


Tappeto afghano con motivi geometriciGli Afgani, decorano i tappeti utilizzando motivi geometrici, con significati che rimandano alla religione mussulmana.


Le figure che compongono i decori, sono ispirate agli ottagoni tradizionali e sono divise da file di stelle del Daghestan. I motivi vengono ripetuti più volte sulla superficie facendo assumere un ritmo straordinario all'intera composizione. La decorazione richiama quella dei tappeti Sumak, proprio per la presenza in entrambi di grandi ottagoni, losanghe, le così dette zampe d'elefante e stelle contornate da un colore blu scuro o nero.


 

Tipico Tapeto Afghano

 


I tappeti Afgani sono realizzati con il nodo persiano ed assomigliano molto alla produzione dei tappeti del Turkmenistan.
I tappeti che ancora oggi sono tra i più popolari sono il Khal Mohammadi e l'Afgan Aqche, che prendono il loro nome dalle città in cui sono stati realizzati.

I tappeti Afgani comprendono tre principali tipologie di produzioni, i Tappeti Afgani, moto diffusi e conosciuti in occidente, i tappeti Baluci, tappeti prodotti da nomadi stanziati al confine tra Iran e Afghanistan nella regione del Khorassan e i tappeti Herat, che prendono il nome dalla città di Herat.
I tappeti Afghani e quelli Baluci, fanno stilisticamente parte dell'area Turcomana, mentre i tappeti Herat si ispirano alla tradizione persiana. Il tappeto Afghano si caratterizza per la purezza dello stile e l'altissima qualità del manufatto.